SCRIVICI E MANDACI FOTO

braviragazzicurvasud@libero.it

domenica 13 marzo 2011

DEL NERI VATTENE

CESENA, 13 marzo - Il sospiro di sollievo si è spezzato in gola a Gigi Del Neri: stava già assaporando il ritorno alla vittoria, ha dovuto accontentarsi di un misero pa­reggio, che non cambia le car­te in tavola. E neppure il suo futuro. La sua immagine nei minuti finali del match vale più di mille parole: seduto in panchina, l’aria sconsolata, senza neanche la forza di urla­re. Ci pensano Matri, Del Pie­ro e Pepe, al suo fianco, a inci­tare i compagni in campo. Lo­ro ci credono ancora, il tecnico sembra aver ammainato la bandiera. Eppure ha vissuto con orgoglio il momento di cri­si bianconero, ha gestito pres­sioni e tensioni, non ha mai peccato di spavalderia e anche l’altro ieri, alla vigilia della sfi­da spartiacque contro il Cese­na dopo tre sconfitte consecuti­ve, piuttosto che difendersi è passato al contrattacco lan­ciando la provocazione di dieci finali tutte da vincere. Non ha centrato la prima, e chissà se basteranno le successive per raggiungere la Champions. A dispetto di tutto, Del Neri è an­cora fiducioso. «La squadra ha giocato una buona partita pur restando per un’ora in dieci. Abbiamo creato diverse occa­sioni, rischiato qualcosa, ma non abbiamo avuto fortuna: se fosse entrato quel colpo di testa di Iaquinta al 90’ saremmo qui a parlare del 3-2. La vitto­ria ci poteva stare, non avrem­mo rubato nulla e ai ragazzi non posso dire niente, hanno lottato in campo. Sicuramente c’è stata più attenzione, quella che non abbiamo avuto contro Lecce e Bologna».

QUALITA’ DEL PIERO - Il trend è cambiato perché final­mente Del Neri si è affidato al­la qualità di Alessandro Del Piero, rispolverato dopo averlo tenuto per troppo tempo in panchina, e di Alberto Aquila­ni, rientrato dall’infortunio, ol­tre alla verve realizzativa di Alessandro Matri, che aveva bisogno di un assistman per tornare al gol. Proprio il suo doppio vantaggio, con il tocco decisivo del capitano, conferma gli errori del tecnico nella scel­ta degli uomini e nelle troppe esclusioni di Del Piero. «Ma non esiste un caso. Lui sa la sti­ma che nutro per lui, si fanno tante chiacchiere in tv e sui giornali, ma non c’è un proble­ma Del Piero». La curva però non ha gradito la sua sostitu­zione e ha manifestato il mal­contento con i fischi. «L’allena­tore è uno, Del Piero aveva gio­cato 70 minuti in maniera in­tensa. Sappiamo noi come van­no le cose...» osserva in manie­ra sibillina il tecnico. E insiste: «I fischi fanno parte del gioco, applaudiranno più avanti». La coppia Matri-Del Piero sembra in questo momento la migliore assortita. «E’ vero, nonostante i suoi anni non si discute la qualità di Del Piero. Come Aquilani, Traoré e Motta. Ho cambiato 4 su 11 e su questa squadra si può lavorare anche se contro il Brescia perderò Motta squalificato.

VATTENE - Con un punto che movimenta comunque la clas­sifica bianconeri, Del Neri non avrà vita facile neppure que­sta settimana. «Se mi dà fasti­dio leggere di ex juventini can­didati alla mia panchina? Mi fa piacere, purtroppo per loro la alleno io. Non è ancora tem­po ». Già, dovrà guardarsi le spalle perché, se la squadra si è compattata intorno a lui nel bene e nel male, i tifosi non gli perdonano di aver trascinato la Juventus negli inferi e fuori dalla zona Champions. Dallo stadio Manuzzi, dove la Vec­chia Signora attira sempre il pienone, si alza l’urlo del popo­lo bianconero «Del Neri vatte­ne ». La singolarità sta nel fat­to che la contestazione arriva quando la Juventus sta ancora vincendo, figuratevi dopo il 2-2 di Parolo. Ma lui alza le spal­le: «Dei tifosi non me ne frega niente». Del Piero invece se ne frega: «Al di là degli insutli a Del Neri o ai giocatori, io capi­sco l’amarezza dei nostri tifosi. D’accordo sulla sostituzione? C’è massima disponibilità, il mister ha totale libertà».

http://www.tuttosport.com/calcio/serie_a/juventus/2011/03/13-113769/I+tifosi+della+Juve%3A+%C2%ABDel+Neri+vattene%C2%BB.+Ma+lui+%C3%A8+contento+

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.